Monday 18 December 2017

PRIMO XV: Vittoria e bonus contro la capolista

Vittoria tutta cuore, grinta e determinazione per la Molino Grassi Rugby Parma che batte la capolista con un secco 30 a 20 che vale il punto di bonus offensivo per il XV di Silao Leaega e Luca Bot e costa al Perugia la testa della classifica.

La mischia ha messo il proprio marchio su questa partita sovrastando, per lunghi tratti, quella che è considerata tra le più temibili del campionato, che da parte sua ha dovuto arrangiarsi spesso con il mestiere. Le rimesse laterali sono state predominio di Pascu, Caselli, Soffredini e compagni che hanno agganciato tutti i lanci dell’ottimo giovane tallonatore Silvestri prima e dell’altrettanto brillante Palma subentrato nel secondo tempo, riuscendo anche a rubare più di un pallone agli avversari.

Sotto un sole e con una temperatura più estivi che primaverili che hanno costretto ad effettuare pause acqua a più riprese, è il Perugia a muovere per primo il punteggio piazzando tra i pali un calcio di punizione dalla linea dei 10 metri. I gialloblu reagiscono con cariche furiose e costringono sulla difensiva i cussini che devono capitolare all’8′ dopo una serie di percussioni da parte dei ball carrier parmigiani, concretizzate da Colla. E’ la Rugby Parma a fare la partita, lasciando agli umbri solo azioni di rimessa, portate in modo determinato, ma senza realmente impensierire. Al 25′, i gialloblu vincono una touche all’altezza dei 10 metri, la palla passa tra le mani di Soffredini e Pascu per giungere a Tognolli che rompe l’ultima linea di difesa e segna. Rebecchi trasforma per il 12 a 3. Al 34′ la maul parmigiana “ruggisce”, varca la linea di meta e crolla con la palla nelle mani di Caselli. Meta? A quanto pare no, la palla è tenuta alta e si riparte da una mischia ai 5 metri. Meta mancata, meta subita: una palla di recupero su gioco rotto viene mossa bene dai trequarti perugini che accorciano le distanze sul 15 a 10, frutto di una precedente punizione piazzata da Rebecchi. Con questo punteggio si chiude il parziale che premia la difesa ordinata perugina e non altrettanto la mole di gioco parmigiana.

Al 6′ della ripresa, su una mischia ordinata sradicata dagli avanti gialloblu, il CUS ottiene una punizione portandosi così sul 15 a 13 per poi passare in vantaggio dopo altri 6′ con una rolling maul conclusa in area di meta. La marcatura serve a Pascu e compagni per rimettersi in carreggiata dopo aver allentato la presa già dagli ultimi minuti del primo tempo. Ed è proprio il capitano gialloblu a concludere in meta un’azione al largo sviluppatasi da una palla recuperata in breakdown. 20 pari e tutto da rifare. Le residue possibilità di rimanere in corsa per i playoff passano da una vittoria con il punto di bonus. Mancano poco più di 20′ e la partita è ancora in bilico. Rebecchi riporta avanti i suoi dalla linea dei 10 metri, ma 10′ dopo non incassa il piazzato del +6 da posizione difficile. Al 32′ i perugini, pressati fin nella propria area di meta da un superlativo Soffredini, perdono in avanti un pallone che Walter è svelto a schiacciare in meta, seguito a ruota da Poli che, per non sbagliare, ribadisce. Dopo un consulto con il giudice di linea che provoca un brivido al pubblico parmigiano in ricordo dell’epilogo della domenica precedente, il Signor Roscini assegna la quarta, importantissima, meta. Ultimi minuti di gioco passati a contenere la reazione furiosa degli ospiti e poi, finalmente,  palla in tribuna e 5 punti guadagnati. Il “Banchini”  si conferma avaro di soddisfazioni per tutte le squadre che finora si sono presentate.

Un felicissimo coach Leaega ha così commentato la prestazione dei sui ragazzi: “Quella di oggi è stata una partita molto importante per noi e l’abbiamo approcciata come una vera e propria finale. In effetti, se oggi fosse andata diversamente, saremmo stati esclusi definitivamente dalla corsa ai play off. L’atteggiamento di tutta la squadra è stato molto positivo fin dal primo minuto, abbiamo giocato molto bene nella prima mezzora della partita in cui siamo stati noi ad impostare il gioco, soprattutto con gli avanti che ci hanno dato una grossa mano con le mete ed anche con l’avanzamento. Per buona parte della partita siamo stati vincenti nel contatto e nell’avanzamento in attacco, mentre in difesa siamo saliti senza lasciar guadagnare il vantaggio agli avversari. Questo atteggiamento e questa grinta sia in attacco che in difesa mi sono piaciuti moltissimo e credo siano state le armi che ci hanno fatto vincere l’incontro. Nella prima parte del secondo tempo, abbiamo avuto un calo, dovuto al ritmo intenso del gioco che abbiamo creato nel primo tempo. A quel punto abbiamo cominciato a commettere errori banali offrendo all’avversario la possibilità di rientrare in partita. Poi ci siamo ripresi, soprattutto negli ultimi 10-15 minuti, e abbiamo marcato altre due mete. A parte brevissimi tratti, abbiamo dominato la partita. La vittoria di oggi dimostra ancora una volta il carattere di questa squadra, capace di affrontare e superare i momenti difficili. Più giochiamo e più si alza il livello qualitativo. A inizio anno siamo stati un po’ in difficoltà, soprattutto per mancanza di conoscenza reciproca; accettare e imparare un modo di giocare diverso non è facile e ci vuole tempo. Il risultato di oggi premia tutto il lavoro che stiamo facendo insieme in allenamento e che sta dando buoni frutti”.

Dopo la pausa per le festività pasquali, i gialloblu sono attesi agli ultimi 3 incontri, importantissimi, anzi decisivi e difficilissimi, a partire dal primo in casa dello Jesi, squadra impegnata nella lotta per non rertocedere. Sarà fondamentale giocare con la massima concentrazione  per evitare che la classica buccia di banana possa spegnere la speranza di accedere a una delle due posizioni che valgono la post season.

MOLINO GRASSI RUGBY PARMA: Quagliotti (32′ st Cavazzini), Fofana (1′ st Walter), Zanichelli, Russotto (v. cap.), Gasparri, Rosi (10′ st Manganiello), Rebecchi, Soffredini, Pascu (cap.), Busetto (7′ st Poli), Colla (28′ st D’Elia), Caselli, Marku (1′ st Pelagatti M.), Silvestri (13′ st Palma), Tognolli.

CUS PERUGIA: Gioè, Vizioli, Franzoni (v. cap.), De Leo, Battistacci, Masilla, Corbucci, Bellezza M., Scaloni, Zualdi, Novelli, Renetti, Pettirossi, Cappetti (cap.), Di Vito; entrati durante il match: Macchioni, Alunni Cardinali, Paciosi, Milizia T., Mazzanti, Milizia F., Bellezza E.RPFC vs Perugia (Foto Andrea Sicuri)

MAN OF THE MATCH: Juan Martín Soffredini (n° 8) vincitore del trofeo “Ercole Negri”

Molino Grassi Rugby Parma vs CUS Perugia: 30-20 (pt 15-10) – Arbitro: Stefano Roscini

MARCATORI:
1° T: 3′ cp Perugia, 8’mt Colla nt, 25′ mt Tognolli tr Rebecchi, 37′ cp Rebecchi, 40′ mt Perugia tr
2° T: 6′ cp Perugia, 12′ mt Perugia tr, 15′ mt Pascu nt, 22′ cp Rebecchi, 32′ mt Walter tr Rebecchi

NOTE: 28′ st Cartellino giallo De Leo, 34′ st cartellino giallo Cavazzini

PRIMO XV - Stagione 2016/17 - RPFC vs Perugia (Foto Basi)

PRIMO XV - Stagione 2016/17 - RPFC vs Perugia (Foto Sicuri)

Powered by WordPress | Deadline Theme : An Awesem design by Orman