corso rspp milano

Thursday 27 July 2017

PRIMO XV: Bottino pieno a Jesi

Doveva essere vittoria e vittoria è stata, dovevano essere 5 punti e 5 punti sono stati, ma non senza fatica. Ci sono voluti 38′, infatti, per muovere il tabellino (3 punti marcati dai padroni di casa), 41′ perché i gialloblu segnassero la prima meta e 45′ perché il XV guidato da Silao Leaega e Luca Bot prendesse definitivamente in mano le redini della partita.

La giornata non era certo iniziata nel migliore dei modi, a cominciare dal grave incidente che nelle primissime ore di domenica ha coinvolto il gialloblu Frejust “Dudu” Fofana a cui vanno i migliori auguri di pronto recupero da parte di tutta la Rugby Parma e soprattutto della dirigenza, dello staff e dei compagni di squadra che gli hanno dedicato la vittoria. Inoltre, la già lunga trasferta è diventata interminabile a causa di code chilometriche in autostrada che hanno costretto l’arbitro a fischiare l’inizio con 15 minuti di ritardo. Se a tutto questo aggiungiamo la scarsa abitudine a giocare sui campi sintetici oltre alla grinta e alla determinazione dei padroni di casa in piena lotta per non retrocedere, troviamo forse una spiegazione, non certo una giustificazione, ad un primo tempo in cui uno sterile predominio territoriale e una serie di errori  non hanno permesso al gioco di decollare.

Ma venendo proprio al gioco, dei primi 40′ c’è poco da raccontare, se non di un cartellino giallo mostrato a Colla al 36′ per un in avanti volontario con successiva punizione trasformata dai padroni di casa che porta a terminare la frazione 3-0.

Cinque minuti per guardarsi in faccia e parlarsi, un paio di aggiustamenti tattici, forzati anche dall’infortunio a Manganiello negli ultimi minuti del primo tempo, e la ripresa inizia in tutt’altro modo. Sulla prima palla ricevuta dal calcio di inizio, la squadra si riversa in attacco e Samuele Pelagatti apre le marcature con una meta di forza in posizione centrale. Jesi non ci sta e vuole far vedere di poter ribattere colpo su colpo, così una palla persa malamente a centro campo, viene calciata in area di meta, con l’ala marchigiana che brucia i difensori gialloblu e segna per l’8 a 7. Passano tre minuti e Silvestri riporta avanti i suoi finalizzando un’azione alla mano che aveva creato una superiorità numerica al largo.  Tocca poi a Massera forare la difesa biancoverde sull’out di destra e segnare alla bandierina. Jesi non alza bandiera bianca e continua anzi a lottare con determinazione, ma il gioco della Molino Grassi Rugby Parma è più preciso e ficcante. I marchigiani provano ad accorciare al 17′, ma il vento rallenta la palla che cade davanti ai pali. Ancora Massera, al 21′, calcia per se stesso lungo la linea laterale, recupera palla e segna tra i pali. Tocca a Rosi mettere una pietra sulla partita 3′ più tardi prendendo un buco centrale, rompendo un placcaggio e segnando la quinta meta prima di dover uscire per un colpo al collo. Il subentrato Antonante si incarica di chiudere le marcature gialloblu prendendo un bell’angolo e andando a schiacciare intoccato l’ovale in mezzo ai pali. L’ultima fiammata porta la firma dei marchigiani che, a 3′ dalla fine, segnano sulla sinistra con una bella azione alla mano. Al fischio finale sono 15 i punti biancoverdi  e 40 quelli gialloblu.

“Sul primo tempo non ho molto da dire – ha commentato Silao LeaegaAbbiamo fatto fatica a impostare il nostro gioco e abbiamo commesso moltissimi errori sui fondamentali: passaggi sbagliati, mancanza di profondità, palloni caduti in avanti. Di conseguenza non siamo riusciti a costruire un attacco. Praticamente, abbiamo sprecato 40 minuti della partita. Durante l’intervallo ho ripreso i ragazzi e ho chiesto loro di centrare l’obiettivo che era la vittoria col bonus. Siamo poi partiti subito bene con una meta già alla ripresa, ma l’avversario ha ribattuto subito dopo. Noi ci siamo resi conto che se non avessimo reagito la partita ci sarebbe sfuggita di mano e siamo riusciti a far funzionare tutto: l’attacco, l’avanzamento, anche i passaggi e così, fase dopo fase, siamo riusciti a marcare. Alla fine, devo dire che sono contento perché abbiamo giocato soltanto 40′ ma in quel tempo abbiamo segnato 40 punti. Dobbiamo però prestare molta attenzione perché, con tutto il rispetto per l’avversario di oggi, nei prossimi due incontri, se giochiamo come abbiamo giocato oggi, nessuno ci farà sconti. Questa è stata una trasferta lunga e faticosa, però quando affrontiamo squadre forti, giochiamo sempre bene, mentre non sempre riusciamo ad avere lo stesso atteggiamento e la stessa concentrazione quando ci troviamo di fronte ad avversari meno forti. Sono fiducioso che domenica prossima verrà fuori la squadra che sappiamo capace di giocare bene contro le squadre forti. Mi dispiace per gli infortuni che abbiamo avuto oggi perché a questo punto della stagione siamo ridotti ai minimi termini. Speriamo di riuscire a recuperare alcuni giocatori per domenica prossima”.

Ora l’attenzione è dunque già tutta rivolta al prossimo incontro casalingo contro il Modena per tenere viva la speranza dei play off.

MOLINO GRASSI RUGBY PARMA: Rosi (26′ st Antonante), Gasparri, Russotto (v. cap.), Pelagatti S., Massera (22′ st Quagliotti), Rebecchi, Manganiello (33′ pt Walter, 35′ st Massera), Pascu (cap.), Poli, Cavazzini (12′ st Busetto), Colla, Caselli, Tognolli (33′ st De Rosa), Silvestri (20′ st Palma), Pelagatti M. (20′ st Marku).

Rugby Jesi vs Molino Grassi Rugby Parma: 15-40 (pt 3-0) – Arbitro: Emanuele Tomò

MARCATORI:
1° T: 38′ cp Jesi
2° T: 1′ mt Pelagatti S. tr Rebecchi, 2′ mt Jesi nt, 5′ mt Silvestri tr Rebecchi, 11′ mt Massera tr Rebecchi, 17′ mt Massera nt, 24′ mt Rosi tr Rebecchi, 28′ mt Antonante tr Rebecchi, 37′ mt Jesi tr

NOTE: 36′ pt cartellino giallo Colla

PRIMO XV - Stagione 2016/17 - Rugby Jesi vs RPFC (Foto Zanichelli)

Powered by WordPress | Deadline Theme : An Awesem design by Orman